Carrello: 0 Prodotto Prodotti (vuoto)

Nessun prodotto

Spedizione Non ancora calcolato
Totale: 0,00 €

Attributi:
Quantità:
Totale:

Ci sono 0 prodotti nel tuo carrello C'è 1 prodotto nel tuo carrello

Totale prodotti
Spese di spedizione  Gratuito!
Totale
Continua con lo shopping Vai al carrello
Prodotto aggiunto con successo alla carrello
    Nuovo
    Anatomia umana

    Anatomia microscopica

    Autori
    Familiari - Relucenti - Heyn

    47,00 €

    • publish date novembre 2016
    • ISBN 978-88-299-2684-8
    • Code Piccin 0601880
    • Pages 879
    • Binding Cartonato

    Atlante di microscopia ottica ed elettronica - Fondato da Pietro Motta

    Prefazione alla quarta edizione

    La prefazione alla quarta edizione di questo atlante, in cui crediamo molto come “progetto didattico” per l’immediato futuro, deve necessariamente comprendere un cenno, storico e affettivo al tempo stesso, che interessi il fondatore dello stesso atlante, il Prof. Pietro M. Motta.
    Il Prof. Pietro M. Motta, scomparso prematuramente nel 2002 mentre era Presidente della International Federation of Associations of Anatomists (IFAA), è stato il fondatore, negli anni ’60, del Laboratorio di Microscopia Elettronica dell’allora Istituto di Anatomia Umana dell’Università La Sapienza di Roma. In questo laboratorio, oggi “Unità di Ricerca di Microscopia Elettronica Pietro M. Motta” della Sezione di Anatomia del Dipartimento di Scienze Anatomiche, Istologiche, Medico Legali e dell’Apparato Locomotore di Sapienza Università di Roma, vi lavorano e collaborano tutti i suoi Allievi; il sottoscritto ha l’onore di essere il responsabile pro-tempore di questo Laboratorio, oggi chiamato Unità di Ricerca.
    L’aggiornamento dell’atlante del nostro Maestro di scienza e di vita è stato pertanto occasione unica per rendere omaggio alla Sua memoria, nel ricordo degli intensi anni passati con la sua guida illuminata e all’educazione alla leadership, concetto pedagogico importante oggi, che Lui sapeva esprimere appieno già molti anni orsono.
    Durante le sue lezioni magistrali, il Prof. Pietro M. Motta era solito citare l’incipit del Romanzo fantastico “Le avventure di Alice nel Paese delle Meraviglie” (Alice’s Adventures in wonderland, by Lewis Carroll, 1865), in cui Alice ascolta una favola letta dalla sorella e, annoiandosi molto, pensa fra sé e sé: a cosa serve un libro senza fi gure e senza dialoghi? (…where is the use of a book, thought Alice, without pictures or conversations?). Da lì a poco, Alice avrebbe iniziato quel suo avventuroso viaggio nel paese delle meraviglie che tutti noi abbiamo nella memoria della nostra infanzia! Il viaggio nel mondo invisibile che si nasconde nel corpo umano è molto più che una meraviglia, per questo motivo il Prof. Pietro M. Motta volle dedicare agli studenti un’opera ricca di immagini, un atlante fotografi co che fosse in grado di “far vedere”, oltre che di “spiegare”, in grande dettaglio, la microstruttura delle cellule, dei tessuti e degli organi. Con lo stesso spirito di curiosità che animava il nostro maestro, noi portiamo avanti con rigore e passione la sua opera e lo studio del corpo umano, attraverso l’osservazione della sua struttura microscopica e ultrastrutturale.
    Questa nuova edizione dell’Atlante di Anatomia Microscopica si presenta non solo completamente rinnovata nel testo, che è stato notevolmente ampliato rispetto alle precedenti edizioni, ma anche arricchita con moltissime nuove immagini, sia di microscopia ottica che di microscopia elettronica. Gli argomenti sono stati esposti per sistemi ed apparati; abbiamo inoltre aggiunto un capitolo in cui vengono illustrate le tecniche di preparazione e i principi di base della microscopia ottica ed elettronica. In questa edizione è presente quindi una rappresentazione esaustiva e integrata della cellula, dei tessuti e degli apparati in condizioni normali; ciò è stato possibile solo grazie all’uso delle diverse tecniche integrate di microscopia ottica ed elettronica.
    Nel curare questa quarta edizione, abbiamo voluto creare un atlante che potesse essere utilizzato per lo studio dell’anatomia microscopica ed ultrastrutturale, non solo nei corsi di laurea in medicina e chirurgia, ma anche in quelli dell’area biologica.
    Un atlante nuovo ed aggiornato, come è il testo da noi curato, può essere inoltre utilizzato anche dai giovani medici in formazione specialistica e da chiunque voglia approfondire lo studio di questa parte importante dell’anatomia.
    Il processo di apprendimento degli adulti (adult learning), tipico degli studenti universitari, è oggi maggiormente basato sulla rifl essione (refl ective learning) e l’autonomia (self-directed learning), in un contesto formativo dove il docente diviene guida, mentore e facilitatore dell’apprendimento e lo studente è al centro dello stesso processo formativo. In tal modo, lo studente acquisisce livelli di competenza crescenti negli anni di corso, sino al raggiungimento della consapevolezza della propria identità professionale, come ben codifi cato dalla piramide dell’apprendimento di Miller, recentemente modifi cata (Domain-dependent’ skills: Knows, Knows how, Shows how, Does, Is). Ad esempio, una competenza iniziale richiesta nei primi anni del Corso di Laurea Magistrale in Medicina e Chirurgia è quella di “saper fare” una diagnosi d’organo al microscopio ottico. Non ho dubbi che, per il raggiungimento di tale competenza, un atlante sistematico così concepito possa essere di grande utilità.
    La stesura dei nuovi testi, l’acquisizione delle nuove fotografi e, la loro digitalizzazione e la loro sistematizzazione organica nella nuova veste che è stata data all’atlante, ha richiesto un lungo lavoro fatto con passione dal sottoscritto e dalle Professoresse Rosemarie Heyn, che ha anche curato la raccolta di molte delle nuove immagini di microscopia elettronica, e Michela Relucenti, che ha inoltre il merito di aver rinnovato completamente l’iconografi a di microscopia ottica. Le ringrazio entrambe, nella consapevolezza che, senza il loro importante contributo, questa opera non sarebbe stata possibile. Grande riconoscenza anche al mio stretto collaboratore, Sig. Ezio Battaglione. Un grazie particolare sento di doverlo anche al Dott. Nicola Piccin, per la sua fi ducia e per la sua inesauribile pazienza, e alla Dott.ssa Carla Criconia, il cui lavoro editoriale è stato di sicura eccellenza.
    Sono molto riconoscente a tutte le Colleghe e i Colleghi, microscopisti elettronici e scienziati di chiara fama, ma anche e soprattutto amiche e amici, che hanno fornito immagini di microscopia elettronica, confocale laser e Nomarski; queste immagini hanno molto arricchito l’iconografi a di questa nuova edizione. Sarebbe lungo elencarne tutti i nomi; ognuno di essi è ringraziato con la citazione nella didascalia delle fi gure. Un ringraziamento particolare voglio comunque rivolgerlo al Prof. Alessandro Riva per il grande contributo in immagini che ha dato all’atlante.
    È un contributo che ha anche un grande valore d’aff etto nei confronti del Prof.
    Pietro M. Motta, di cui era grande amico personale, e nei nostri confronti: è per noi infatti un insuperabile maestro di anatomia e di microscopia elettronica.
    Come già scritto dal Prof. Pietro M. Motta nelle prefazioni alle edizioni precedenti, sarò onorato di ricevere tutte le critiche e i commenti che chiunque, Studenti o Colleghi, vorranno proporre, perché proprio da queste osservazioni ne trarremo evidenze e preziose idee per rinnovare ed aggiornare questo testo e questa edizione che vuole essere un punto di partenza per l’elaborazione di un vero e proprio “progetto didattico” maggiormente dinamico, interattivo e al passo con il progresso della scienza, veramente tumultuoso, in questo campo.
    Buona lettura a tutti!

    GIUSEPPE FAMILIARI

    Prefazione alla terza edizione

    Il fine di questo atlante è di aiutare lo studente a prepararsi adeguatamente alle esercitazioni e agli esami di Istologia ed Anatomia Microscopica. Pertanto tutto il materiale iconografico relativo è stato raccolto in un unico volume. Brevi nozioni espositive precedono ogni capitolo così da offrire al lettore una visione unitaria della Cellula, dei Tessuti e degli Organi.
    Il favore che ha accolto le due precedenti edizioni di questo libro mi ha incoraggiato a prepararne una terza senza essenzialmente cambiarne l’impostazione originale.
    A differenza della precedente questa edizione risulta alquanto modificata nel testo ed arricchita di molte nuove illustrazioni per lo più ottenute mediante l’impiego di tecniche più moderne. Il numero complessivo delle tavole è così aumentato dalle 139 originarie a ben 185. Inoltre molti schemi sono stati inseriti nel testo per facilitare l’interpretazione delle figure. Alcune illustrazioni sono state sostituite con altre appositamente preparate nel mio laboratorio o gentilmente fornitemi da colleghi. I loro nomi – in segno di riconoscenza – compaiono nelle didascalie delle relative figure.
    Un ringraziamento va anche al Dr. Massimo Piccin per avermi con generosità messo a disposizione i mezzi per la revisione di questa edizione ed al Sig. De Meda per la pazienza e la cura con cui mi ha sempre assecondato nelle fasi di questo lavoro.
    Come già avvenuto per le precedenti edizioni, spero che anche questa volta critiche e suggerimenti da parte di colleghi e studenti non mi manchino. Questi non potranno non servirmi a migliorare l’Atlante rendendolo sempre più adeguato ai tempi e soprattutto alle esigenze degli studenti ai quali esso resta sostanzialmente indirizzato.

    PIETRO MOTTA

    pagine iniziali

    Dimensione del file (214.75k)

    No customer comments for the moment.

    Scrivi la tua recensione

    Prodotti correlati