Carrello: 0 Prodotto Prodotti (vuoto)

Nessun prodotto

Spedizione Non ancora calcolato
Totale: 0,00 €

Attributi:
Quantità:
Totale:

Ci sono 0 prodotti nel tuo carrello C'è 1 prodotto nel tuo carrello

Totale prodotti
Spese di spedizione  Gratuito!
Totale
Continua con lo shopping Vai al carrello
Prodotto aggiunto con successo alla carrello
    Nuovo
    Legislazione sociale e sanitaria

    La consulenza di etica clinica in Italia

    Autori
    Pegoraro - Picozzi - Spagnolo

    18,00 €

    • publish date febbraio 2016
    • ISBN 978-88-299-2758-6
    • Code Piccin 1602066
    • Pages 128
    • Binding Brossura

    Lineamenti e prospettive

    PREFAZIONE

    Gli interrogativi etici che sorgono al letto del malato si fanno sempre più stringenti e complessi. Essi attraversano le diverse unità operative, e quindi le diverse fasi della vita, non potendo essere confinati solo ad alcuni casi particolarmente conflittuali.
    Ciò interpella sia le università, chiamate a formare operatori sanitari in grado di affrontare questi aspetti, nella consapevolezza che l’etica è parte integrante della professionalità, sia le istituzioni che devono creare le condizioni affinché ciò sia praticamente realizzabile.
    Da tempo, come ben illustra il presente volume, si sta riflettendo sulla figura del consulente di etica clinica, quale professionista che può accompagnare i soggetti coinvolti nella cura, ovvero il paziente e i suoi familiari, unitamente ai medici e a tutto il personale sanitario, nel percorso decisionale.
    Dalla lettura del testo si evince come sia in atto un cammino anche in Italia segnato da una pluralità di esperienze, alcune consolidate, altre che si stanno strutturando.
    Mi preme sottolineare un elemento comune a questo pur variegato campo: la consulenza etica è necessaria per curare meglio le persone. A partire da questo assunto, mi sembra che si possano fare le seguenti riflessioni.
    La prima riguarda il ruolo della norma di legge nell’affrontare le questioni legate ai temi della cura. Se da un lato, infatti, è necessario definire normativamente dei paletti per tutti vincolanti, dall’altro lato vi è lo spazio della relazione medico-paziente chiamata a interpretare dentro la singola situazione i valori in gioco e la scelta più giusta. La previsione di legge non è in grado di determinare a monte della relazione cosa debba intendersi in quella specifica circostanza, ad es., per accanimento terapeutico. Per cui, in condizioni di incertezza, dubbio o conflitto, presenti e non eliminabili nella ordinaria assistenza sanitaria, si comprende come il consulente di etica possa svolgere un compito rilevante nel facilitare una decisione.
    In questa prospettiva - ed è la seconda riflessione che scaturisce dalla lettura del volume - occorre avviare un processo per un riconoscimento istituzionale,che crei le condizioni perché il servizio di consulenza etica possa essere presente negli enti assistenziali.
    Infine, attesa la situazione italiana descritta in questo volume, auspico che sin da ora gli enti assistenziali - ospedali, hospices, case di cura - con coraggio diano spazio ad un servizio di consulenza etica, sperimentando le diverse modalità qui presentate, affinché le esperienze acquisite facilitino un suo consolidamento e una diffusione su tutto il territorio nazionale.
    Una presenza qualificata e strutturata rappresenta una prospettiva nel comune impegno per una medicina che progredisca tecnicamente ma che sia anche capace di trovare le risposte per il bene del paziente coniugando scienza e coscienza nell’affrontare le sempre nuove sfide.
    La casa Editrice ha colto nel segno decidendo di pubblicare questo volume di cui auspico la massima diffusione fra gli operatori sanitari e fra quanti siano interessati alla materia.

    Vito De Filippo
    Sottosegretario di Stato alla Salute

    INTRODUZIONE

    La consulenza etica in ambito sanitario è l’oggetto di riflessione di questo volume.
    Dopo aver descritto la natura e gli scopi della consulenza etica e la sua origine, il primo contributo analizza le diverse modalità in cui si è sviluppata e realizzata negli Stati Uniti, in Europa e in Italia.
    Nei capitoli successivi il volume si incentra su due documenti.
    Il primo, La consulenza etica in ambito sanitario, è la sintesi del percorso compiuto dal Gruppo nazionale di Etica Clinica e Consulenza Etica in ambito sanitario, che a partire dalla situazione italiana, delinea alcuni passaggi per la istituzionalizzazione della consulenza etica e del Servizio di Bioetica negli enti assistenziali.
    Il secondo documento, Le competenze essenziali per la consulenza etica in ambito sanitario, è la traduzione italiana del secondo Report dell’American Society for Bioethics and Humanities. Esso rappresenta il più autorevole testo internazionale sulla figura del consulente etico, descrivendo le conoscenze e le capacità necessarie per svolgere questo servizio. È uno strumento essenziale sia per valutare i percorsi dedicati a formare consulenti etici, sia per verificare le competenze di chi già svolge la consulenza, a garanzia della professionalità necessaria a chi assume questo compito.
    Avendo definito natura e obiettivi della consulenza etica, delineato le modalità perché possa trovare adeguato spazio nelle strutture sanitarie, e illustrato le competenze richieste a chi voglia svolgere questa professione, auspichiamo che questo volume possa dare un contributo decisivo affinché si comprenda il ruolo e al contempo la necessità della consulenza etica, e si realizzino le condizioni per una sua presenza capillare nella rete assistenziale italiana.

    pegoraro.pdf

    Dimensione del file (136.43k)

    No customer comments for the moment.

    Scrivi la tua recensione